24/03/15

Discarica a Scala Coeli: un atto dovuto sospendere i conferimenti

La sospensione del conferimento di rifiuti nella discarica di Scala Coeli (CS) disposto dal Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria è un atto dovuto, che finalmente da ragione ai comitati ed alle associazioni che si sono strenuamente battute contro l'apertura di questa discarica. Il Presidente della Regione deve prendere atto del fatto che i cittadini vogliono una seria inversione di tendenza sulla gestione dei rifiuti in Calabria e che l'entrata in funzione di nuove discariche non è più accettabile.
Oliverio approfitti di questa storia per iniziare ad adottare misure concrete che portino verso la strategia 'rifiuti zero'. Sono i cittadini ed il territorio a chiedergli di rimanere coerente con quanto dichiarato in campagna elettorale.
Quanto avvenuto a Scala Coeli è l'ennesima prova che quando sono i cittadini a muoversi, la politica non può e non deve rimanere indifferente. Spero che questi esempi risveglino i calabresi, ormai da decenni abituati a sottostare alle logiche di una politica disastrosa.

Leggi anche:
Ho scritto ad Oliverio: bisogna impedire l'apertura della discarica a Scala Coeli
Si eviti l'apertura della discarica di Scala Coeli!

0 commenti:

Posta un commento